Tempo solare vero

Il tempo solare vero (o apparente) è l’angolo orario del Sole.

L’osservazione della posizione del Sole in cielo è alla base del più antico sistema di misurazione del tempo. L’evoluzione di questa osservazione ha portato a definire la correlazione tra un angolo e una scala di tempo e, alla fine, al concetto di tempo solare vero.

Il tempo solare vero è un tempo “locale”: dipende dalla longitudine dell’osservatore. Nel caso in cui l’osservatore si trovi in un punto del meridiano di Greenwich, il tempo solare è chimato tempo solare vero di Greenwich.

Il problema principale del tempo solare vero è la sua non uniformità: la lunghezza del giorno solare vero (cioè dell’intervallo di tempo compreso tra due culminazioni successive del Sole al meridiano) varia nel corso dell’anno. E variano così anche le lunghezze delle unità di tempo derivate (ora, minuto e secondo). Le ragioni di questa variabilità sono due: l’inclinazione dell’eclittica rispetto all’equatore celeste, e il moto non uniforme della Terra lungo l’orbita ellittica attorno al Sole.

La consapevolezza che il moto diurno del Sole portasse ad una scala di tempo non uniforme è antica. Già Tolomeo (II secolo d.C.) sviluppava soluzioni matematiche per tabulare il moto del Sole in base ad una scala uniforme iniziando una linea di ricerca che sfocerà nel concetto di tempo solare medio.