Calotte sferiche di perpetua visibilità o invisibilità e zona di parziale visibilità

Sono le tre parti in cui è divisa la sfera celeste dai due paralleli tangenti all’orizzonte (superiormente e inferiormente) chiamati massimo degli apparenti (completamente compreso nell’emisfero visibile) e massimo degli occulti (completamente compreso nell’emisfero invisibile).

La calotta di perpetua visibilità si chiama anche calotta degli astri circumpolari ed è tutta compresa nell’emisfero visibile. Ha per culmine il polo elevato.

La calotta di perpetua invisibilità si chiama anche calotta degli astri anticirumpolari ed è tutta compresa nell’emisfero invisibile. Ha per culmine il polo depresso.

La zona di parziale visibilità è compresa tra il massimo degli apparenti e il massimo degli occulti.

Le dimensioni delle calotte e della zona dipendono dalla latitudine dell’osservatore perché i paralleli che li limitano sono tracciati con raggi sferici uguali alla latitudine.