Anno tropico

L’anno tropico è definito tradizionalmente come l’intervallo di tempo compreso tra due successivi passaggi del Sole al punto gamma.

Non essendo un intervallo costante, la sua durata è definita convenzionalmemte sulla base di un valore medio. Attualmente il valore accettato è di 365.2421897 giorni pari a 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 45.19 secondi.

Analogamente al giorno solare, la ricerca di un intervallo di tempo costante con metodi via via più precisi ha portato varie definizioni di anno tropico. Il periodo misurato tra due equinozi di primavera è diverso da quello misurato tra due equinozi di autunno o tra due solstizi. Inoltre l’anno tropico misurato sempre in uno di questi modi è diverso di anno in anno e la differenza ammonta a diversi minuti. Le cause di questa variabilità sono: il moto del perielio dell’orbita terrestre, l’azione gravitazionale periodica della Luna e dei pianeti sull’orbita terrestre e la variazione della precessione. Quest’ultima è in continuo aumento provocando la riduzione dell’anno tropico di 0.53 secondi al secolo.

Una formula accurata per calcolare la lunghezza dell’anno tropico nel lontano passato ci è fornita da Laskar (1986):

    \[ 365.2421896698 - 0.00000615359T -7.29\times 10^{-10}T^{2}+2.64\times 10^{-10}T^{3}\]

dove T è il numero di secoli giuliani (di 36525 giorni) trascorsi dall’1 gennaio 2000:

    \[T=\frac {JD-2451545}{36525}\]